indice
Rassegna Stampa
 

Raffinata, originale, ...

di Andrea Ioime

Raffinata, originale, "obliqua" quanto basta per non rientrare nei canoni tradizionali della canzone italiana. A voler essere precisi, Patrizia Laquidara non è neppure "italiana" nell'ispirazione, visto che nei due album pubblicati dimostra un amore intenso per i suoni del Sud del mondo.
Un amore corrisposto, nell'ultimo cd "Funambola", dalla produzione di uno come Arto Lindsay: brasiliano di origine, ma capace di piegare alla sua personalità transetnica le storie soavi raccontate da Patrizia, uno di quei personaggi di cui sarebbe bene che le cronache musicali iniziassero a interessarsi per davvero.
Come ha fatto il pubblico udinese, che ha riempito in ogni ordine di posti il teatro San Giorgio per una data di "anteprima" del festival maniaghese Vocalia. E che ha colmato di calore e applausi l'affascinante cantante catanese, ormai veneta d'adozione, capace di offrire uno show di
grandissimo gusto.
A piedi nudi e con la sua voce calda, Patrizia "interpreta" ogni singolo brano, anche quelli offerti da altri artisti (come il concittadino Mario Venuti, che ha scritto per lei "Per causa d'amore") o presi a prestito da autori come Sergio Endrigo per "La tua assenza", Herbert Pagani per "Albergo a ore", Cesaria Evora e Goran Bregovic per "Ausencia", tradotto in italiano per lei proprio da una vecchia conoscenza della musica friulana, Alberto Zeppieri.
Sostenuta da una band precisa, che evita tutte le trappole del pop e del mainstream per cercare un incrocio possibile tra acustica ed elettronica, la vocalist catanese dà il meglio di sé nei brani trasognati dell'ultimo album come "Le cose", "Se qualcuno", "L'equilibrio è un miracolo", "Oppure no" e "Personaggio". E lo fa ridisegnando le coordinate di un Sud dove i ritmi del Brasile (forró, samba, bossa...) si mescolano al tango e al fado, con la grazia e l'equilibrio di una vera funambola che non ha paura di confronti.


(da il Gazzettino OnLine)



Home | Agenda | Dischi | Stampa | Bio | Foto | Video | Guestbook | Contatti | Credits
Patrizia su MySpace